Guida alla visita medico sportiva: differenze tra visite agonistiche e non agonistiche

visita-medico-sportiva-differenze


La visita medico sportiva riveste un ruolo cruciale per coloro che praticano un’attività fisica in modo regolare, sia a livello amatoriale che agonistico. Nel corso di questo articolo, approfondiremo l’importanza di questo esame, distinguendo tra le sue modalità applicate agli atleti agonisti e non agonisti.

Saranno evidenziate le specifiche esigenze e gli obiettivi distintivi di ciascun gruppo, con l’obiettivo di promuovere la consapevolezza e la comprensione dell’importanza della visita medico-sportiva per la salute e le prestazioni fisiche.

Cos’è una visita medico sportiva?

La visita medico sportiva è un esame medico volto a valutare lo stato di salute di chi pratica attività fisica. Si tratta di un controllo preventivo che mira a individuare eventuali problematiche che potrebbero essere esacerbate dall’esercizio fisico.

Durante la visita, vengono esaminati diversi aspetti, tra cui la storia clinica del paziente, l’analisi dei fattori di rischio cardiovascolare, la valutazione della capacità fisica e la verifica della presenza di eventuali patologie o condizioni preesistenti che potrebbero influenzare l’attività fisica.

Questo approccio olistico consente ai medici sportivi di fornire consigli personalizzati per prevenire infortuni e garantire una pratica sportiva sicura e salutare.

Cos’è la visita medico sportiva non agonistica?

La visita medico sportiva non agonistica è la certificazione necessaria per poter partecipare a molte attività sportive non agonistiche in enti, circoli e palestre.

La procedura della visita, svolta da un medico specializzato in medicina dello sport, è la seguente:

  1. Anamnesi: raccolta di informazioni generali sull’individuo, patologie familiari, uso di alcol, fumo, medicinali
  2. Dati antropometrici: misurazione di peso e altezza
  3. Auscultazione toracica
  4. Misurazione della pressione
  5. Elettrocardiogramma a riposo

Se la visita non rileva anomalie, il medico rilascia immediatamente il certificato per l’attività sportiva non agonistica.

Procedura della visita sportiva non agonistica più nel dettaglio

  • ANAMNESI: durante la visita medico-sportiva, l’anamnesi rappresenta un momento fondamentale per comprendere appieno lo stato di salute del paziente. Durante questa fase, il medico raccoglie informazioni dettagliate sull’individuo, inclusa la sua storia clinica personale e familiare. Vengono esplorati eventuali problemi di salute pregressi, patologie familiari di rilievo e l’uso di sostanze come alcol, fumo e farmaci. Queste informazioni consentono al medico di valutare i potenziali rischi per la salute associati alla pratica sportiva e di formulare raccomandazioni personalizzate.
  • DATI ANTROPOMETRICI: i dati antropometrici vengono poi registrati per fornire una panoramica completa della composizione corporea del paziente. La misurazione del peso e dell’altezza fornisce informazioni cruciali sulla conformazione fisica dell’individuo e può essere utile nel monitoraggio delle variazioni nel tempo. Questi dati possono anche essere utilizzati per calcolare l’indice di massa corporea (BMI), che fornisce una stima della proporzione tra peso e altezza e può essere utile nella valutazione generale dello stato di salute.
  • AUSCULTAZIONE TORACICA: durante l’auscultazione toracica, il medico ascolta i suoni prodotti dal cuore e dai polmoni utilizzando uno stetoscopio. Questo esame permette di identificare eventuali anomalie nel ritmo cardiaco, come i soffi cardiaci, e di valutare la presenza di problemi respiratori o polmonari che potrebbero influenzare la capacità di svolgere attività fisica in modo sicuro.
  • MISURAZIONE DELLA PRESSIONE: la misurazione della pressione arteriosa fornisce informazioni importanti sulla salute cardiovascolare del paziente. La pressione arteriosa è un indicatore della forza con cui il sangue viene pompato dal cuore e della resistenza dei vasi sanguigni. Un valore di pressione arteriosa nella norma è essenziale per garantire una corretta perfusione degli organi e una circolazione sanguigna efficace durante l’esercizio fisico.
  • ELETTROCARDIOGRAMMA A RIPOSO: infine, l’elettrocardiogramma a riposo è un esame non invasivo che registra l’attività elettrica del cuore. Questo test fornisce informazioni dettagliate sul ritmo cardiaco e può rilevare eventuali anomalie nell’attività elettrica cardiaca, come aritmie o blocchi cardiaci. L’elettrocardiogramma a riposo è importante per valutare la salute del cuore in condizioni di riposo e può aiutare a identificare eventuali problemi cardiaci che potrebbero limitare la capacità di svolgere attività fisica in modo sicuro.

Cos’è la visita medico sportiva agonistica?

La visita medica sportiva agonistica è un esame approfondito dedicato agli atleti professionisti o a coloro che praticano sport a livello agonistico. Il suo obiettivo primario è valutare la salute e l’idoneità fisica dell’atleta per la pratica sportiva, identificando potenziali rischi per la sua attività.

Questa visita comprende una valutazione dettagliata delle condizioni cardiache, muscoloscheletriche e metaboliche, oltre a eventuali test specifici in base al tipo di sport praticato. Il processo per il rilascio del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica prevede:

  • Raccolta di dati anamnestici: informazioni generali come patologie familiari, uso di medicinali, alcol e fumo.
  • Dati antropometrici: peso e altezza.
  • Esame delle urine: serve a dare una valutazione di base dello stato di salute associato ad un controllo per l’idoneità sportiva.
  • Spirometria: test di funzione polmonare che misura la quantità di aria che una persona può inspirare ed espirare, nonché la velocità con cui può farlo. Durante il test, il paziente respira attraverso un dispositivo chiamato spirometro, che registra le variazioni nel volume e nella velocità dell’aria respirata.
  • Elettrocardiogramma (ECG) di base: consiste nella rappresentazione grafica degli eventi elettrici del cuore.
  • ECG durante l’esercizio al cicloergometro: test che si effettua mentre l’atleta pedala su una cyclette mantenendo la frequenza intorno alle 60/70 pedalate al minuto; il carico di lavoro viene incrementato ad intervalli di tempo prestabiliti dal medico sulla base delle caratteristiche clinico fisiche dell’atleta.
visita-medico-sportiva


Documentazione richiesta per il rilascio del certificato agonistico

Per ottenere il rilascio del certificato agonistico è necessario:

  1. Presentare la richiesta ufficiale della Società Sportiva su modulo regionale, timbrato e firmato dal Presidente della Società.
  2. Fornire l’ultimo certificato di idoneità sportiva (copia dell’atleta), anche se non relativo all’anno precedente.
  3. Presentare documento di identità e tessera sanitaria.
  4. Consegnare un campione delle urine, raccolto al mattino, in apposito contenitore sterile

Anche i bambini devono sottoporsi a una visita medico sportiva?

I bambini fino a sei anni di età non sono tenuti a presentare un certificato medico, a meno che non siano affetti da comprovate problematiche di salute, come patologie croniche, o nel caso in cui il pediatra lo richieda per approfondimenti.

La medicina dello sport da MyLab

Indipendentemente dal livello di competizione, la visita medica sportiva è un passo essenziale per atleti amatoriali e professionisti. Se hai bisogno di effettuare la tua visita medico sportiva con professionalità e affidabilità, MyLab è la scelta ideale. Prenota la tua visita e investi nella tua salute per godere appieno dei benefici dell’attività fisica in modo consapevole e sicuro.