Varicocele: risolvi il disturbo e ripristina la tua fertilità in modo naturale!

varicocele-disturbo-ripristina-fertilità

Il varicocele, una delle patologie più comuni nell’apparato riproduttivo maschile, si manifesta come un’anomala dilatazione delle vene testicolari, coinvolgendo circa il 15% della popolazione maschile adulta. Spesso sottovalutato ma di notevole rilevanza, il varicocele rappresenta un significativo fattore che incide sulla salute maschile, particolarmente in termini di fertilità.

In questo articolo, esploreremo il varicocele in modo approfondito, comprese le sue cause, i sintomi associati e, soprattutto, come affrontarlo in modo naturale per ripristinare la fertilità.

Cos’è il varicocele?

Il varicocele rappresenta una dilatazione delle vene nel plesso pampiniforme, una rete di vasi sanguigni che circonda il cordone spermatico nei testicoli. Questo disturbo può compromettere il flusso sanguigno ai testicoli, influenzando la produzione di sperma e la fertilità maschile.

La sua origine risiede in un reflusso patologico di sangue dalla vena renale sinistra al testicolo, generando ristagno ematico, aumento della temperatura e insufficiente ossigenazione dei tessuti.

Questo processo aumenta la pressione nelle vene del funicolo spermatico, elevando la temperatura nella borsa scrotale. La temperatura ottimale per il corretto funzionamento dei testicoli è leggermente inferiore a quella interna, quindi si collocano esternamente all’addome nel sacco scrotale.

Le varici pronunciate in questa zona agiscono quasi come un “termosifone”, potendo causare una riduzione nella produzione e qualità del liquido seminale, con conseguente rischio di infertilità. Questa condizione si manifesta principalmente durante la pubertà, tra gli 11 e i 16 anni, colpendo in circa il 95% dei casi il testicolo sinistro.

Le cause del varicocele

Le cause del varicocele possono essere molteplici e comprendere diverse condizioni che influenzano il sistema vascolare del cordone spermatico. Un fattore comune è il malfunzionamento delle valvole nelle vene del cordone spermatico stesso.

Queste valvole, il cui ruolo è regolare il flusso sanguigno verso il cuore, quando non funzionano correttamente possono permettere al sangue di refluirsi all’indietro, accumulandosi nelle vene e causandone la dilatazione. Tale dilatazione è responsabile della formazione del varicocele. Ecco 3 possibili cause:

  1. La postura eretta prolungata può essere anche un fattore contribuente. In particolare, soggetti che trascorrono lunghi periodi in piedi, come lavoratori di determinati settori o atleti, possono avere un maggiore rischio di sviluppare il varicocele a causa della pressione aggiuntiva sul sistema venoso del cordone spermatico.
  2. Problemi congeniti delle valvole venose rappresentano un’altra causa possibile. Questi difetti possono essere presenti fin dalla nascita e possono predisporre un individuo allo sviluppo del varicocele nel corso della vita.
  3. Problemi legati alla crescita durante la pubertà possono anche giocare un ruolo nell’insorgenza del varicocele. Durante questo periodo di cambiamenti fisici significativi, le vene del cordone spermatico possono essere particolarmente sensibili a eventuali anomalie o disfunzioni, che possono poi sfociare nella formazione del varicocele.

Sintomi e riconoscimento del varicocele

Il varicocele, nella maggior parte dei casi, si manifesta in modo silente, senza sintomi evidenti, rendendo necessaria una visita medica per una diagnosi accurata. Tuttavia, in alcuni pazienti possono emergere segni e sintomi che possono indirizzare l’attenzione verso la condizione:

  • Dolore sordo al testicolo colpito: questo dolore può essere intermittente e variare in intensità, ma spesso è descritto come una sensazione di pressione o disagio nella zona.
  • Sensazione di pesantezza o fastidio nello scroto: specialmente dopo sforzi fisici, prolungate permanenze in piedi o sedute, il paziente può avvertire una sensazione di pesantezza o fastidio nella zona dello scroto. Questo sintomo può essere attribuito all’accumulo di sangue nelle vene dilatate del cordone spermatico.
  • Visibilità e palpabilità delle vene dilatate: nei casi più avanzati di varicocele, le vene dilatate nel testicolo possono diventare visibili o palpabili sotto la pelle dello scroto. Questo è spesso il risultato di un’espansione significativa delle vene a causa dell’accumulo di sangue.
  • Alterazioni nel testicolo colpito: il testicolo affetto dal varicocele potrebbe presentare dimensioni ridotte rispetto all’altro testicolo sano. Questa riduzione delle dimensioni può essere accompagnata da una posizione più bassa del testicolo all’interno dello scroto. Queste modifiche possono essere indicative di una compromissione della funzione testicolare a causa del varicocele.

varicocele-sintomi-fertilitaTrattamento

Il varicocele può essere gestito in modo naturale attraverso scelte di vita e pratiche ben studiate.

Stile di vita salutare

Adottare uno stile di vita sano può essere il primo passo per affrontare il varicocele. Mantenere un peso sano, evitare il fumo e moderare il consumo di alcol possono contribuire a migliorare la circolazione sanguigna e promuovere la salute generale.

Attività fisica moderata

L’esercizio moderato può favorire la circolazione sanguigna, contribuendo a ridurre la pressione nelle vene. Scegliere attività come camminare, nuotare o fare yoga può essere benefico.

Integratori naturali

Alcuni integratori naturali, come l’estratto di mirtillo, possono essere considerati per migliorare la salute vascolare. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un professionista della salute prima di introdurre nuovi integratori nella dieta.

Monitoraggio medico costante

Il monitoraggio regolare con un professionista della salute è essenziale per valutare la progressione del disturbo e adottare eventuali misure correttive. Esistono anche diverse opzioni chirurgiche e radiologiche per trattare questo disturbo. Si privilegiano tecniche mini-invasive, in cui si effettua un piccolo taglio sub-inguinale consente l’esteriorizzazione e la sclerotizzazione delle vene varicose, riducendo rischi di recidiva, tempi operatori e di recupero. L’intervento, non doloroso, può avvenire con anestesia locale o sedazione profonda.

Diagnosi

Per una diagnosi accurata del varicocele, è essenziale sottoporsi a una visita medica. Lo specialista potrebbe prescrivere un’ecografia testicolare con doppler dei vasi spermatici per valutare il grado del reflusso venoso, e/o uno spermiogramma per rilevare possibili compromissioni della fertilità.

Riconoscere tempestivamente il varicocele riveste un’importanza cruciale, contribuendo a preservare la salute del testicolo coinvolto e prevenire potenziali impatti sulla fertilità.

Chi bisogna contattare in caso di varicocele?

In caso di sospetto varicocele, è essenziale consultare uno specialista per una diagnosi accurata e un piano di gestione personalizzato. L’urologo è il professionista indicato per affrontare questa condizione, offrendo competenza e consulenza mirate.

MyLab, con il suo team di esperti, fornisce servizi dedicati alla diagnosi e gestione del varicocele. Non lasciare che questa condizione influenzi la tua salute.

Premi il pulsante qui sotto per scoprire quale medico si prenderà cura della tua salute, conoscere tutte le prestazioni e prenotare la tua visita o esame specialistico.